PIZZA DI SCAROLA CON OLIVE E CAPPERI

pizza scarole

 

pizza scarola1
INGREDIENTI PER IL LIEVITINO

100 GR DI ACQUA

100 GR DI FARINA 00

POCHI GRAMMI DI LIEVITO DI BIRRA (2 ore/2,5 gr, 3 ore/1,5 gr, 8 ore/0,5 gr, 12-16 ore/0,1 gr)

  • Sciogliere il lievito nell’ acqua in una ciotola e incorporare a poco a poco la farina, evitando di formare grumi. L’impasto risulterà molliccio.
  • Coprire la ciotola con coperchio o con la pellicola e lasciare che fermenti, almeno 30 minuti.
  • Quando sarà pieno di bollicine e avrà raddoppiato il suo volume sarà pronto per essere aggiunto all’impasto.

 

INGREDIENTI IMPASTO :

– LIEVITINO

400 GR DI FARINA 00

190 GR DI ACQUA

UN CUCCHIAINO DI ZUCCHERO

UN CUCCHIAINO DI SALE

20 GR DI OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVE+ PER UNGERE

Impastare tutti gli ingredienti fino a formare un impasto dalla consistenza elastica, morbida. Si consiglia di non aggiungere farina piuttosto di lavorarlo meglio, con le mani leggermente unte.

  1. Trasferire l’impasto in una ciotola leggermente unta d’olio, rigiratelo un pò in modo che si unga da tutte le parti, fategli fare delle pieghe, formare una palla.
  2. Fare una croce sull’impasto e lasciare lievitare almeno un paio d’ore, l’ideale è in un forno tiepido (precedentemente riscaldato a 40-45° e spento), con luce accesa, oppure in luogo al riparo da correnti, coperto da una tovaglia. Evitare di far riposare l’impasto a contatto con granito, quarzo o acciaio che essendo conduttori possono freddare o riscaldare troppo l’impasto, meglio un piano in legno (non conduttore).
  3. Nel frattempo preparare la scarola per il ripieno.
  4. Lavare bene la scarola. Personalmente non sbollento prima la scarola ma la faccio appassire in una padella calda, in modo che sfrigoli e tiri fuori la sua acqua. Dopodichè  copro la padella con un coperchio e faccio appassire fino a quando la scarola avrà riassorbito la sua stessa acqua. Scolare e strizzare se necessario la scarola.
  5. Nella stessa padella  (una volta vuota) far imbiondire due spicchi d’aglio con un po’ d’olio e aggiungendo anche le olive nere e verdi,i capperi e qualche acciuga salata diliscata.
  6. Far insaporire bene la scarola nel condimento e aggiustare di sale e pepe. Far freddare la scarola prima di usarla per la pizza!
  7. Una volta terminata la lievitazione trasferire l’impasto su una spianatoia e tirarla  delicatamente col mattarello o ancor meglio con le mani, in forma circolare e rivestire uno stampo circolare, unto con un po’d’olio.
  8. Per evitare che la scarola possa bagnare la pasta durante la cottura aggiungomsempre una spolverata leggera di pan grattato e parmigiano prima di mettersi le scarole, oppure li aggiungo nella scarola stessa.
  9. Una volta riempita di scarola, stendere un secondo disco, più piccolo, (il coperchio) e chiudere la pizza alla scarola.
  10. Ungere leggermente la pizza con olio e qualche granello di sale sia fino che grosso.
  11. Prima della cottura faccio lievitare ancora un po’, circa 30 minuti la pizza, in forno tiepido, spento, in modo che cresca un altro po’ e l’impasto sia ancor più leggero e alveolato.
  12. Cuocere in forno caldo a 200°,statico, fino a quando sarà  ben cotta e di un bel colore dorato.

Commenti