alice lifestyle leonardo marcopolo
3 (7)

Confettura di Miyagawa, zenzero, cannella al profumo di limone

La confettura di miyagawa l’ho preparata per caso. E’ un frutto dal sapore particolare, dolce ma con note acidule, infatti questo frutto è una varietà di agrumi nuova in Italia, proviene dall’estremo oriente e precisamente dal Giappone. E’ un incrocio tra il pompelmo e la clementina.
E‘ semplice da preparare, e con un pò di pazienza il risultato è assicurato. Ottima da gustare con pan brioche per la prima colazione o per preparare crostate e farcire biscotti al cioccolato.
Gli ingredienti sono facile da trovare.
Per 1 kg di frutta:
  • 1 kg      di miyagawa sbucciati e privati della parte bianca 
  • 500 g   di zucchero
  •            bustina di vanillina
  • 3             prese di cannella
  • 1             pizzico di zenzero
  • 1             limone biologico

 

 

sbuccia tutta la frutta e privala mesocarpo (parte bianca e filamenti)(1) dividila in spicchi, quindi riponila in una pentola e versaci su tutto lo zucchero e la bustina di vanillina.(2)

3 (1)3 (2)

1.                                                                                                       2.

Mescola e fai macerare per trenta minuti.

Passati i trenta minuti metti  la pentola sul fornello porta ad ebollizione, poi diminuisci mantenendo però il bollore e gira di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Fai cuocere per 2 – 3 ore. Trascorso questo tempo, spegni e copri con un coperchio e lascia così fino al giorno dopo.(3)

Il giorno dopo riaccendi il fornello riportando il composto al bollore e  fai cuocere per ancora 1 ora e mezza, 2 ore mescolando di tanto in tanto. Quasi a cottura ultimata aggiungi la cannella, lo zenzero e la buccia grattugiata di un limone

Immergi 3 vasetti di vetro con i relativi coperchi in una pentola piena di acqua e porta ad ebollizione, fai bollire per 15 minuti.   In questo modo otterrai la sterilizzazione dei vasetti.(4)

3 (3)3 (4)

3.                                                                                                    4.

Metti i vasetti ed i coperchi ad asciugare su un canovaccio pulito. (5)

Controlla se la confettura è pronta (fai cadere su di un piatto un po di confettura e  la goccia non si allunga ). (6), quindi spegni.

3 (5)3 (6)

5.                                                       6.

Asciuga bene i vasetti e versaci dentro la confettura ancora bollente e chiudi subito con il coperchio.

Quando si raffredderà il vasetto si chiuderà ermeticamente.

3 (7)

 

 

Commenti