alice lifestyle leonardo marcopolo
Pastiera-napoletana

Pastiera Napoletana Ricetta Antica

Sull’origine della Pastiera esiste un’antica leggenda narrata da Francesco Stocchetti nei suoi “Acquerelli Napoletani”

Si narra che la Sirena Partenope, incantata dalla bellezza del golfo disteso tra Posillipo ed il Vesuvio, avesse fissato lì la sua dimora. Ogni primavera la sirena emergeva dalle acque per salutare il popolo felice del golfo, allietandolo con canti d’amore. Una volta la sua voce fu così melodiosa e soave che tutti gli abitanti rimasero affascinati ed incantati che accorsero verso il mare . Per ringraziarla decisero di offrirle il bene più prezioso che avessero.  Furono incaricate le sette fanciulle più belle a consegnare i doni alla bella Partenope: la farina, la ricotta, le uova, il grano, l’acqua di fiori d’arancio, le spezie ed infine lo zucchero. Partenope felice per i tanti doni, si inabissò e depose i doni ricevuti ai piedi degli Dei, questi inebriati anch’essi dal soave canto, riunirono e mescolarono tutti gli ingredienti, trasformandoli nella prima Pastiera, che superava ahimè in dolcezza il canto della Sirena.

Ancora oggi, preparare la pastiera in occasione della Pasqua è un rito che on ogni casa si ripete tutti gli anni.

 

Ingredienti

Per la pasta frolla

500 g di farina

200 g di strutto o burro

200 g di zucchero

3 uova intere

Per il ripieno:

700 g di ricotta

600 g di zucchero

5 uova intere e 2 tuorli

700 g di grano precotto

150 g di latte

30 g di strutto o burro

buccia di limone

un pizzico di cannella

100 g di cedro candito

acqua di fiori d’arancio a proprio gusto

 

Preparazione

Preparate la pasta frolla incorporando la farina con lo strutto o il burro morbido a piccoli pezzi, aggiungete zucchero e uova ed impastate velocemente senza lavorarla troppo. Formate una palla e lasciatela riposare in frigo per mezz’ora almeno.

Cuocete il grano con il latte e lo strutto (o burro) con una buccia di limone, mescolando di tanto in tanto fino ad ottenere una densa crema, ci vorranno circa 10 minuti; lasciatelo raffreddare.

Intanto a parte frullate la ricotta con lo zucchero, aggiungete le uova ed i tuorli uno alla volta, la vaniglia, la cannella, la buccia grattata di un limone, il cedro tagliato a dadini, l’acqua di fiori d’arancio ed il grano ormai freddo, dopo aver eliminato la buccia di limone.

Foderate una teglia del diametro di 30 cm con 2/3 della pasta frolla, versate il composto e decorate la superficie con strisce ottenute dalla restante pasta frolla, disponendole a griglia. Cuocete in forno a calore moderato, 165 – 170 °C per almeno mezz’ora o fino a quando la pastiera assuma un bel colore dorato e sia ben cotta all’interno.

Lasciate raffreddare la pastiera nel forno spento in modo che si asciughi ancora un po’.

Servite la Pastiera Napoletana spolverizzata con zucchero a velo.

 

Commenti