alice lifestyle leonardo marcopolo
Pan_con_Tumaca

Le specialità gastronomiche di Barcellona

Se si domanda a viaggiatori scelti a caso quale sia una delle loro destinazioni preferite in Europa, una buona percentuale risponderà senza esitazioni: “Barcellona!”. La grande popolarità della capitale catalana è dovuta non solo alle bellezze storiche, artistiche e culturali, ma anche ad un’offerta turistica a 360 gradi, che spazia da un cartellone di eventi molto attivo durante tutto l’anno, e a strutture e servizi che rendono la visita e il soggiorno semplici e comodi. Per quanto riguarda la scelta dell’alloggio, poi, si può decidere di prenotare un albergo a Barcellona su Hotels.com, una soluzione che permette di trovare la sistemazione ideale con un semplice click.

barcellona

Barcellona è una città che supera il milione di abitanti, ma da turista è semplice raggiungere i tanti luoghi simbolo e le principali attrazioni. Il tutto grazie ad un sistema di trasporto efficace e puntuale. Oltre ai monumenti più blasonati come la Sagrada Familia, la cui particolarità architettonica, merito del genio di Antoni Gaudì, è senza dubbio una delle ragioni della sua popolarità, Barcellona è una città che si può godere senza fretta, magari concedendosi una sosta in uno dei suoi parchi più rinomati, come il Park Güell, un giardino delle fiabe con mosaici colorati e sculture eccentriche, fino al Quartiere Gotico, con i suoi affascinanti vicoletti, e la Rambla, la grande, e lunga, avenida di Barcellona ai cui lati si trovano bancarelle, negozi e ristoranti dove assaggiare le specialità locali.

tapas-barcellona

La gastronomia meriterebbe in effetti un discorso a parte, data la grande varietà di sapori che si incontrano nella cucina catalana e in particolare di Barcellona.
La particolarità della cucina locale è legata alle sue origini storiche complesse: per secoli terra di incontro e di passaggio, il territorio sui ora si trova Barcellona è stato attraversato da greci e romani per citarne solo un paio, e in epoche recenti da italiani, già nel XVIII secolo, e dai vicini francesi, e ognuna di queste popolazioni ha contribuito alla ricchezza e varietà della gastronomia odierna. Tra gli ingredienti principali della cucina catalana troviamo le spezie comuni ai popoli del Mediterraneo come pomodori, l’aglio, la cipolla e l’olio d’oliva, oltre alle spezie tipiche di quelle latitudini.

pomodori-aglio-cipolla-olio

Tra i piatti che non potete perdervi se visitate Barcellona c’è il pan con tomate, una tapa che viene spesso servita come antipasto. Nonostante la semplicità, si tratta, in fondo, di fette di pane croccante su cui viene spalmata del pomodoro fresco e a cui viene aggiunto olio e sale, il sapore si discosta dalla nostra bruschetta. Spesso, per rendere il pasto più corposo, gli si accompagna il fuet, il salame catalano per eccellenza.

Si prosegue con la escalivada, un piatto composto di pomodori lessati, alici, peperoni e melanzane, servito come tapa o come antipasto.

Tra gli altri piatti forti della tradizione troviamo l’arroz negro, un tipo di riso nero con frutti di mare, il pollo asado, spesso accompagnato da pinoli e uvetta, e per concludere il dolce più conosciuto all’estero: la crema catalana, una tartina di crema ricoperta da uno strato di zucchero caramellato.

arroz negro

Insomma, a Barcellona avrete di che leccarvi i baffi!

 

Commenti