alice lifestyle leonardo marcopolo
IMG_8518a

Arrosto ripieno

Arrosto ripieno, quando si pensa a questo piatto si apre un mondo, ricette più svariate con il pollo, tacchino, vitello, vitellone, coniglio…… E i ripieni? …. non credo si riesca a fare un elenco di tutte le variabili possibili!

Io vorrei proporvi un arrosto di tacchino, ripieno con patate e olive di Gaeta, delizioso e molto gustoso, ideale per questo tipo di carne che di solito dopo la cottura tenta a diventare asciutta e poco appetibile.

Ovviamente questo ripieno è perfetto per l’arrosto che preferite, tant’è che questa ricetta mi è stata consigliata da Maurizio, un amico, che la prepara con il coniglio disossato.

IMG_8550a

Bene andiamo alla ricetta, per l’arrosto di tacchino ripieno ci serve:

1 kg di tacchino (una sola fetta)

150 g di pancetta a fettine sottili o a cubetti

100 g di olive di Gaeta snocciolate

400 g di patate

qualche rametto di finocchietto

1 cipolla

1 spicchio d’aglio

1 bicchiere di vino bianco secco

brodo q.b.

sale e pepe

Per addensare 

una noce di burro e stesso peso di farina

Preparazione

1. Lavare le patate, sbucciarle e tagliarle a pezzetti, farle friggere in poco olio fino a quando saranno ben rosolate. Scolarle dell’olio in eccesso e metterle in una ciotola. Aggiungere le olive, la pancetta, un pizzico di sale e pepe, mescolare e tenere da parte.

2. Stendere la fetta di tacchino, salare, pepare e strofinarla per bene con lo spicchio d’aglio. Ricoprire con qualche rametto di finocchietto e con il il ripieno preparato.

IMG_8471a

IMG_8475a

3. Arrotolare e chiudere molto bene l’arrosto con lo spago da cucina e ai lati per non far uscire il ripieno usate degli stecchini o se preferite cucite con del filo.

IMG_8483a

4. Prendere un tegame, aggiungere un filo di olio e quando avrà preso calore, far rosolare l’arrosto a calore vivace per 7-8 minuti, rigirandolo da tutte le parti.

IMG_8491a

5. Aggiungere a questo punto la cipolla tritata e il vino bianco, far evaporare. Unire poi un bicchiere di brodo bollente, coprire il tegame, abbassare la fiamma e proseguire la cottura per circa un’ora, avendo cura di girare l’arrosto di tanto in tanto, e di aggiungere altro brodo caldo se fosse necessario (il fondo di cottura dovrà alla fine essere più o meno 1 cm).

6. Al termine, far raffreddare l’arrosto nel tegame, quindi togliere  lo spago e gli stecchini di legno, tagliarlo a fettine e servirlo con abbondante fondo di cottura.

IMG_8518a

 

Se la salsina dovesse essere troppo liquida, fate così, prendete una noce di burro morbido, aggiungete lo stesso peso di farina e con un cucchiaino mescolate fino a quando otterrete un composto omogeneo. Aggiungetelo al fondo di cottura e cuocete a fiamma bassa, mescolando con una frusta, fino a quando la salsa non si sarà addensata.

Se ti piacciono le mie ricette e vuoi seguire il mio blog vieni a trovarmi sulla mia fan page di facebook. Clicca “mi piace“ e ogni giorno puoi essere aggiornato sulle ultime ricette e per chiedere qualsiasi chiarimento.

Ricette che ti potrebbero interessare:

Braciole o involtini al sugo – Arista con arancia e pancetta – Spinacino con ricotta e spinaci

 

Commenti