alice lifestyle leonardo marcopolo
IMG_0359foto1

Crostata di ricotta e visciole

A Roma nel mezzo dell’ex ghetto ebraico, ora quartiere ebraico, si trova un forno pasticceria famosissimo in tutta la città e non solo! Non ci sono insegne, pochi fronzoli ma tanta sostanza e all’ingresso una lunga fila di persone che aspettano pazientemente di riuscire ad assaggiarne le prelibatezze.

La crostata o torta di ricotta e visciole è uno dei dolci che propongono e la ricetta originale è segreta, gelosamente custodita. La torta ha una base di frolla con un ripieno di crema di ricotta e uno strato di visciole che con il loro gusto asprigno danno al dolce un sapore inconfondibile.

Nel mio caso purtroppo non ho trovato le visciole fresche e le ho sostituite con la marmellata, per fortuna in commercio se ne trovano di ottime. Per evitare qualsiasi equivoco non voglio certo mettere a confronto la mia crostata con l’originale, ma credetemi è un’ottima variante!

Ingredienti per uno stampo di 22 cm di diametro

Per la pasta frolla:

300 g di farina 00

120 g di zucchero

150 g burro a temperatura ambiente

3 tuorli

un pizzico di sale

la scorza di mezzo limone grattugiata

Per il ripieno:

400 g di ricotta freschissima

100 g di zucchero

2 uova

2 cucchiai di sambuca o altro liquore a piacere

1 barattolo di confettura di visciole (330 g)

Per rifinire:

zucchero a velo

Preparazione

La prima cosa da fare è preparare la pasta frolla. In una ciotola, lavorare i tuorli con lo zucchero, il burro, il sale e la buccia del limone grattugiata. Aggiungere poi la farina e con una forchetta amalgamarla al composto senza lavorarla troppo. Versare il composto su un piano leggermente infarinato e lavorarlo con le mani, all’inizio si sbriciolerà, ma è la giusta consistenza. Amalgamarlo formando un panetto compatto e liscio, avvolgerlo nella pellicola trasparente e riporlo in frigo per un ora almeno.

foto1

foto2

Prendere la frolla dal frigo e su un foglio di carta forno leggermente infarinato, stendere con un mattarello 2/3 circa del panetto, fino a formare un disco largo a sufficienza per rivestire il fondo e il bordo dello stampo. Sollevare la carta forno con il disco di frolla e appoggiarla nello stampo, far aderire perfettamente la frolla allo stampo con una leggera pressione delle dita. Eliminare con un coltello la pasta in eccesso, bucherellare la base con i rebbi di una forchetta e mettere in frigo a raffreddare. Stendere su un altro foglio di carta forno la frolla rimasta, tagliarla a listarelle e tenerle in frigo fino al momento di utilizzarle.

foto3

Accendere il forno a 200°C e intanto che arrivi a temperatura, mettere in una ciotola la ricotta, ben scolata, aggiungere le uova e lo zucchero e lavorare con uno sbattitore elettrico fino a quando il composto sarà liscio e senza grumi. Aggiungere il liquore e mescolare.

foto4

Prendere lo stampo con la frolla dal frigo, fare uno strato di crema di ricotta e uno di marmellata di visciole.

5

Ricoprire con le listarelle preparate in precedenza disponendole a graticola e rifinire il bordo con la frolla rimasta.6Infornare la crostata nella parte bassa del forno e cuocere in forno preriscaldato a 180-200 °C per 35 minuti circa. Sformate la crostata quando sarà fredda e spolverizzare con zucchero a velo.

IMG_0349foto3a

Buon Appetito!

Se ti piacciono le mie ricette e vuoi seguire il mio blog vieni a trovarmi sulla mia fan page di facebook. Clicca “mi piace” e ogni giorno puoi essere aggiornato sulle ultime ricette e per chiedere qualsiasi chiarimento.

Commenti