Tagliatelle

tagliatelle

Allo stesso modo preparerete formati simili alle tagliatelle ma di larghezza diversa: pappardelle cm 1, strettine mm 3-4, tagliolini mm 1-2, maltagliati tagliando di sbieco. Si tratta di formati di pasta molto versatili, adatti a molteplici condimenti. Particolarmente consigliati tutti i tipi di ragù: di carne, di pesce o di verdure.

Preparazione: 30 minuti + asciugatura
Cottura: 3-5 minuti

Ingredienti per 4-6 porzioni
Farina g. 300
Uova 3
Sale

Procedimento
Sul piano di lavoro mettete la farina a fontana (formate un monticello con un incavo al centro), sgusciate le uova facendole cadere nell’incavo, quindi sbattetele leggermente con una forchetta incorporando farina.
A questo punto iniziate a impastare energicamente e a lungo fino a ottenere un composto omogeneo e sodo. Poiché la quantità della farina dipende dal suo grado di assorbimento e dalla grandezza delle uova, regolatevi voi usando più o meno farina.
Quando impastate scegliete un luogo riparato da correnti d’aria, che seccherebbero l’impasto, il quale invece deve risultare morbido. Una volta pronto formate una palla; stendete sulla spianatoia la pasta con il mattarello in una sfoglia sottile, infarinando all’occorrenza. Lasciate asciugare 10-15 minuti: la pasta dovrà essere leggermente asciutta per non appiccicarsi, ma nemmeno secca perché rischierebbe di rompersi. Arrotolate la sfoglia e affettatela ottenendo tagliatelle di mezzo centimetro.
Per comodità potrete usare la macchina stendipasta; ma attenzione, cosi facendo non bisogna fare asciugare la pasta prima di tagliarla.
In ogni caso, alla fine distribuite la pasta su un canovaccio infarinato e lasciate asciugare ancora 10 minuti circa.
Lessate la pasta in abbondante acqua salata (il tempo dipende dallo spessore). Assaggiatela e scolatela quando è al dente, quindi condite a piacere.

Commenti