Nidi di tagliatelle dolci al Passito di Pantelleria

nidi di tagliatelle dolci al passito di pantelleria

I nidi di tagliatelle al Passito di Pantelleria, sono dei simpatici ed aromatici dolcetti fritti, ricoperti di zucchero al velo, molto simili, come consistenza, alle chiacchiere.

Questi nidi, adatti al periodo Carnevalesco, si realizzano con un impasto di farina, uova, zucchero, burro e Passito di Pantelleria, vino siciliano liquoroso molto aromatico e piacevole; l’impasto viene steso e tagliato in tagliatelle che verranno arrotolate e fritte nell’olio caldo.

Difficoltà: media
Cottura: 15 minuti
Preparazione: 15 minuti

Ingredienti
Farina g. 400 + g. 20 per spianatoia
Uova 2
Tuorli 2
Sale 1 pizzico
Zucchero g. 70
Burro g. 50
Vanillina 1 bustina
Passito di Pantelleria 4 cucchiai

Procedimento
In una ciotola capiente (o su di una spianatoia) ponete la farina, le uova, il sale, lo zucchero semolato e la vanillina, il burro fuso e il Passito di Pantelleria; impastate bene fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo ed elastico. Dividete l’impasto ottenuto in 3 parti; prendetene una parte, coprendo le altre con un canovaccio e stendetela con un matterello fino ad ottenere una sfoglia sottile, poi con una rotella liscia tagliatela a strisce della larghezza di 1cm e ½, formando delle tagliatelle. Ponete a scaldare sul fuoco dell’olio di semi (meglio se di arachide).Prendete due tagliatelle, arrotolatele delicatamente sulle dita e formate una specie di nido, poi immergetelo nell’olio caldo (ma non bollente), e quando si sarà dorato mettetelo a scolare su di una griglia (o su carta assorbente da cucina) e ponetelo su di un vassoio, poi cospargetelo con dello zucchero al velo. Procedete nel medesimo modo con il resto dell’impasto.

La frittura dei nidi di tagliatelle è un passaggio molto importante per la buona riuscita di questi dolci: l’olio deve essere sufficientemente caldo ma non bollente al fine di friggere lentamente e dorare l’impasto. Se volete, al posto del Passito di Pantelleria, vino liquoroso profumatissimo, potete usare altri alcolici come il Porto, la Grappa, la Sambuca, l’Anice, o similari.

Commenti