Ciambella di riso ripiena

ciambella di riso ripiena

Ecco un piatto originale e saporito, da presentare come portata principale su una tavola che annuncia la primavera: un trionfo di colori e sapori tutto da gustare!
La ciambella di riso ripiena è un timballo di profumato riso allo zafferano, foderata all’esterno con fette di zucchina grigliate e pancetta e ripieno con piselli e provola!
Una volta sformata, le fette di zucchina e di pancetta donano alla ciambella un simpatico effetto decorativo, che la rendono adatta per essere presentata durante le feste.
Noi l’abbiamo preparata, pensando alla festa della donna, in quanto il giallo del riso e il verde delle zucchine e dei piselli richiamano i classici colori di questa festa e del loro simbolo: la mimosa!
Un’ottima ricetta, ricca e gustosa, per passare in allegria la serata che celebra la figura della donna!

Difficoltà: Bassa
Cottura: 100 min
Preparazione: 60 min
Dosi per: 8 persone
Ingredienti per il riso
Riso Carnaroli 500 gr
Zafferano 2 bustine
Cipolle tritata 1
Brodo vegetale 1 l
Burro 30 gr
Olio di oliva extravergine 2 cucchiai
Vino bianco secco 200 ml
Parmigiano Reggiano grattugiato 120 gr
Sale
Pepe

per i piselli
Piselli sgranati 250 gr
Olio di oliva extravergine 2 cucchiai
Noce moscata in polvere un pizzico
Sale
Pepe
Pancetta tesa 1 fettina (facoltativa)
Brodo vegetale 2-3 mestoli

per il ripieno e per foderare
Provola 150 gr
Pancetta tesa 20 fette sottili (circa 160 gr)
Zucchine 20 fette dello spessore di circa 2 mm (circa 400 gr)
Parmigiano Reggiano (o grana padano) grattugiato 1 cucchiaio
Burro ammorbidito per imburrare

Per preparare la ciambella di riso ripiena, mettete in una casseruola due cucchiai di olio d’oliva extravergine e una volta caldo aggiungete i piselli sgranati, che farete cuocere per qualche minuto. Se volete, potete insaporire i piselli con una fettina di pancetta tesa, oppure con una foglia di alloro.

Unite un paio di mestoli di brodo vegetale (in alternativa potete usare un brodo leggero di carne) e continuate la cottura dei piselli, lasciando asciugare tutto il brodo, per una decina di minuti: i piselli devono diventare teneri ma restare ancora croccanti. Salate e pepate a piacere e insaporite i piselli con un pizzico di noce moscata. Coprite con il coperchio e tenete da parte. Nel frattempo lavate e spuntate le zucchine (prendetene due da circa 200 gr l’una), quindi ricavatene delle fettine sottili con l’aiuto di una mandolina: dovrete ottenere circa 20 fette dello spessore di circa 2 mm, larghe 3-4 cm e lunghe circa 18 cm. Mettete a scaldare sul fuoco una bistecchiera, su cui griglierete le fette di zucchine da entrambi i lati. Una volta pronte, riponetele su di un piatto e tenete da parte. Passate alla preparazione del risotto: in una casseruola piuttosto larga, mettete 2 cucchiai di olio e il burro; quando il burro sarà sciolto, unite la cipolla tritata e lasciatela appassire per 15 minuti a fuoco molto basso. Quando sarà imbiondita unite il riso e mescolate per un paio di minuti, per farlo tostare bene. Sfumate con il vino bianco, che non deve essere freddo ma a temperatura ambiente. Quando il vino sarà evaporato, aggiungete un paio di mestoli di brodo vegetale caldo. Continuate la cottura del riso, aggiungendo brodo ogni volta che il riso avrà assorbito quello precedente. A metà cottura, stemperate lo zafferano in un mestolo di brodo e aggiungetelo al riso, sempre mescolando. Aggiustate di sale se necessario, e terminate la cottura: il riso deve risultare al dente e asciutto. Spegnete il fuoco e unite il parmigiano grattugiato, mantecate e fate riposare per qualche minuto. Assaggiate il riso e aggiustate eventualmente di sale e pepe se lo gradite. Tagliate la provola a cubetti, di circa 2 cm; potete usare anche un altro formaggio di vostro gradimento, l’importante è che non sia troppo acquoso. Nel caso della mozzarella, lasciatela sgocciolare per bene in un colino. Ora imburrate, con del burro ammorbidito a temperatura ambiente e con l’aiuto di un pennello, uno stampo da ciambella del diametro superiore di cm 22-23 cm e della capacità di 1750 ml. Foderate le pareti dello stampo, alternando e sovrapponendo per metà larghezza, una fettina di zucchina grigliata e una fettina di pancetta, avendo cura di lasciare la parte più rossa della pancetta verso l’esterno, per ottenere un effetto decorativo una volta sformata la ciambella. Continuate così fino ad esaurire gli ingredienti e a completare tutto il diametro della tortiera. E’ arrivato il momento di comporre la nostra ciambella: riempite lo stampo con metà riso, livellate la superficie con il dorso di un cucchiaio e premete al centro del riso, per formare un incavo; quindi alzate il riso sulle pareti laterali, per meglio disporre poi il ripieno. Adagiate al centro della conca ottenuta metà dei piselli fino a ricoprire il perimetro dello stampo; aggiungete la provola a cubetti e disponete sopra di essa i restanti piselli. Ricoprite il tutto con il restante riso, livellate bene la superficie con il dorso di un cucchiaio e spolverizzatela con un cucchiaio di parmigiano grattugiato. Infornate in forno già caldo statico a 180° per circa 40-50 minuti (se forno ventilato 160° per 30-40 minuti) poi sfornate la ciambella di riso. Lasciatela intiepidire quindi sformatela su di un piatto da portata: ecco pronta la vostra ciambella di riso ripiena, non è bellissima? Servite tagliando a fette la ciambella!

La ciambella di riso ripiena si conserva, coperta da carta stagnola o da pellicola, in frigorifero per un paio di giorni. Se avete usato ingredienti freschi e non decongelati, potete conservare in freezer la ciambella di riso a fette e poi scongelarle all’occorrenza.

Sono fierissimo di questa ciambella di riso! L’ho pensata per la festa della donna, ma naturalmente si può preparare in tutte le occasioni e si presta a decine di varianti: il risotto può essere in bianco, al sugo, ai funghi; i piselli che ho usato per il ripieno possono essere sostituiti da fagiolini, fave o asparagi, con o senza sugo di pomodoro. La pancetta all’esterno le dà quel tocco di croccantezza in più, ma potete trasformarla in un piatto vegetariano alternando le zucchine con fettine grigliate di melanzana tagliate a metà, mantenendo la buccia verso l’esterno.

Commenti