alice lifestyle leonardo marcopolo
tarte tatin alle pesche

Tarte Tatin alle pesche

Ho rivisitato il famoso e magnifico dolce delle sorelle Tatin (clicca qui per la ricetta )approfittando  della frutta di stagione e sostituendo le invernali mele con le fresche pesche per deliziare il palato anche nel mese di agosto 🙂 E’ sempre così squisita,la differenza sta solo nella nota di acidità delle mele che regalano quel pizzico di contrasto che completa tutto;rimane comunque una delizia che si prepara in poco tempo !

Ti è piaciuta la ricetta ? Seguimi anche su fb cliccando qui  Magie ai fornelli  e spuntando  le voci “mi piace” e “ricevi le notifiche ”  non perderai alcuna novità !

Ingredienti per 6 : 80grammi di burro  –   120 grammi di zucchero semolato – 1 chilo di pesche gialle sbucciate e tagliate in spicchi grandi –  circa gr 250  di pasta  brisée o sfoglia
 Procedimento :Prendete un tegame dai bordi abbastanza alti che poi userete come teglia da mettere in forno  di  25 cm di diametro.
Ungete lo stampo con circa 80 grammi di burro e cospargetelo in seguito con 120 grammi di zucchero semolato.
Disponete gli spicchi di pesca sul fondo della teglia fianco a fianco riempiendo tutti gli spazi.Prima le mettete con il dorso,la parte convessa, verso la base della teglia. Versate lo zucchero e poi fate un altro strato con la parte convessa in su.Così tutti gli spazi dovrebbero riempirsi ma va bene anche in un solo strato
Cuocetele a fuoco basso per 10 a 15 minuti, finchè burro e zucchero non cominciano a caramellare e  lo sciroppo diventa biondo). Togliete dal fuoco e mettete in forno a 200 °, circa per circa 15 minuti
Estraete la teglia e lasciate intiepidire un poco,poi coprite le pesche con un disco di pasta brisèe,adagiato morbidamente ed inserendo i bordi verso il basso tutt’intorno.
Rimettete in forno la torta per circa venti minuti,  finchè la pasta sarà cotta.
Dopodichè una volta sfornata capovolgete subito  la Tarte Tatin rovesciandola su di un piatto da portata prima che il caramello raffreddi e attacchi sul fondo
Servite calda o a temperatura ambiente.

Commenti