alice lifestyle leonardo marcopolo
IMG_0098-001 b

Peperonata

Questo che vi propongo oggi è un altro piatto della tradizione siciliana, e in particolare, un’altra delle ricette della mia famiglia, tramandata di generazione in generazione. Come la caponata di melanzane, anche la peperonata è un contorno, ma data la ricchezza del piatto, può essere consumata anche come secondo. E’ profumatissima e molto gustosa e i suoi colori sono un vero spettacolo, un godimento per la vista.

IMG_0093-001 a

Ingredienti: per 4 persone

800 g. di peperoni

800 g. di patate a pasta gialla

240 g. di pelati

200 g. di olive verdi grandi

50 g. di capperi di Pantelleria

2 cipolle di Tropea

2 cucchiai di aceto

2 cucchiai di zucchero semolato

1 cucchiaino di sale

1 bicchiere di acqua

olio extravergine d’oliva

Procedimento

Lavate i peperoni, privateli dei semi e tagliateli a cubetti; sbucciate le patate, tagliatele a cubetti grandi e mettetele a bagno per almeno un’ora affinché perdano una parte del loro amido. Dissalate i capperi, snocciolate le olive e tagliate le cipolle a rondelle. In una padella dai bordi alti mettete l’olio, e cominciate a friggere a fiamma viva i vari ingredienti, prima le cipolle e poi aggiungete le olive e i capperi; fate cuocere fino a che si ammorbidiscano. Scolateli e metteteli in un tegame abbastanza capiente. Friggete poi i peperoni e per ultime le patate e mettete anche questi nello stesso tegame insieme ai pelati tagliati a pezzetti. In un bicchiere miscelate l’aceto, lo zucchero e il sale e versatelo nel tegame, unite un bicchiere di acqua e mettete a cuocere a fiamma bassa per 10 – 15 minuti fino a fare amalgamare bene il tutto e far cuocere i pelati. Fate raffreddare e servite.

Peperonata

Peperonata1

Collage28

Consigli

La peperonata è dunque una pietanza in agrodolce e come tale può anche essere utilizzata come antipasto o per buffet. Potete anche servirla in mono porzioni come ho fatto io, decorando con un’oliva e un rametto di prezzemolo.

Commenti