alice lifestyle leonardo marcopolo
foto 2013-09-26 17-13-46 b

Pancarrè

Avendo la necessità di consumare il mio lievito madre che cresce giornalmente in maniera smisurata, mi è venuta in mente l’idea di utilizzarlo per fare un pane in cassetta che in casa mia si consuma tantissimo, soprattutto per il fatto che i miei figli, a causa degli impegni scolastici, spesso pranzano fuori casa, quindi, se proprio devono mangiare un panino, cosa c’è di meglio di un pane sano e naturale fatto in casa con ottimi ingredienti?
Ingredienti: per 3 pancarrè
per l’impasto
930 gr. di farina 0 per pane (io uso quella della Coop)
150 gr. di zucchero semolato
110 gr. di burro
9 gr. di sale
3 uova medie intere
425 gr. di latte intero fresco
350 gr. di lievito madre 
per lucidare la superficie
1 tuorlo e 3 cucchiai di latte
3 stampi per plum cake
Procedimento
Nel cestello della planetaria mettete la farina setacciata e lo zucchero, avviate la macchina a velocità 1 e versate il latte poco per volta. Una volta incorporato tutto il latte, fate girare ancora per qualche minuto, quindi aumentate leggermente la velocità e aggiungete le uova, uno per volta; quando l’impasto si sarà formato, unite il lievito madre a pezzetti e fate impastare per bene fino a che risulterà omogeneo, bene incordato ed elastico, quindi valutate con le mani la consistenza e se dovesse risultare troppo compatto e tirato, unite ancora un poco di latte per idratarlo ulteriormente, e sempre poco per volta e molto lentamente, per non rompere la maglia glutinica che da l’incordatura. Impastate fino a che vedrete che si staccherà del tutto dalle pareti e solo a questo punto unite il burro in pomata, sempre in piccole quantità e aspettando che sia incorporato del tutto prima di aggiungere il successivo (se il burro non è abbastanza morbido, scaldatelo per qualche secondo a microonde o a bagno maria e lavoratelo con una frusta fino a farlo ammorbidire del tutto ma non fondere, deve risultare cremoso); per ultimo, unite il sale. Completate l’impasto facendo lavorare la macchina ancora per 10 minuti circa quindi trasferitelo su una spianatoia leggermente unta col burro, date 3 o 4 pieghe per dare più forza al lievito madre e farlo lavorare meglio, fate una palla, mettetela in una boulle, coprite con pellicola alimentare e fate riposare per 30 minuti. Trascorso il tempo, dividete l’impasto in tre parti uguali, date qualche piega, formate dei filoncini e metteteli negli stampi (io uso quelli in silicone che non necessitano di essere né unti, né spolverizzati con la farina). Fate lievitare il pancarrè a una temperatura di circa 28° fino a che non raddoppi il suo volume, deve arrivare a filo col bordo dello stampo, (se doveste avere difficoltà a farlo lievitare fate come me, inserite un pentolino di acqua bollente nel forno dove metterete il pane a lievitare e vedrete che crescerà con più facilità). Spennellate la superficie col tuorlo d’uovo sbattuto insieme al latte e cuocete a forno preriscaldato a 200° statico per i primi 15 minuti, poi abbassate la temperatura a 180° e cuocete per altri 20-25 minuti (valutate la cottura inserendo all’interno del pane uno stecchino di legno che deve uscire completamente asciutto, i tempi e le temperature sono sempre da adeguare al proprio forno), inserendo dentro al forno durante la cottura, un pentolino di acqua bollente per mantenere la giusta umidità.
collage 1
collage 3
Consigli
Questa ricetta può essere utilizzata anche per fare le fette biscottate, seguendo lo stesso procedimento per la preparazione dell’impasto e cuocendolo a 210° per 50 minuti circa, poi toglietelo dallo stampo, fatelo raffreddare e tagliatelo a fette di 0,5 cm. di spessore, sistematelo in una placca da forno e fatelo tostare a 200°. Potete conservare le fette biscottate in un sacchetto ben chiuso oppure in un barattolo di vetro chiuso ermeticamente.
IMG_0603

 

Commenti