alice lifestyle leonardo marcopolo
foto 2013-10-20 16-11-11B

Strudel di mele, zucca, noci e cioccolato fondente aromatizzato al rhum

Lo strudel, il cui nome significa vortice ha le sue origini nell’Impero Bizantino ma si diffuse maggiormente durante l’Impero Austro-Ungarico; è un dolce a pasta arrotolata, dolce o salata. Il più conosciuto è farcito con mele, pinoli, uvetta e cannella. Oggi vi propongo la mia versione, realizzato con pasta frolla, farcito con mele, zucca grattugiata, noci, cioccolato fondente, cannella, chiodi di garofano e zenzero, il tutto aromatizzato al rhum.

foto 2013-10-20 16-11-00 C

Ingredienti: 

per la crostata

500 g. di pasta frolla

4 mele Royal Gala

Rhum

2 cucchiai di zucchero semolato

180 g. di zucca grattugiata

50 g. di cioccolato fondente

10 noci

6 chiodi di garofano

cannella

zenzero

per la pasta frolla

500 g. di farina 00

180 g. di zucchero semolato

180 g. di burro morbido

2 uova medie intere

5 g. di ammoniaca per dolci

un pizzico di sale

per spolverizzare la superficie

zucchero a velo vanigliato

Procedimento

Preparate la pasta frolla con la ricetta che trovate qui  e mettetela a riposare in frigorifero. Lavate le mele, sbucciatele, tagliatele a cubetti e mettetele in una scodella insieme al rhum, alla cannella, allo zenzero, e ai chiodi di garofano schiacciati, aggiungete la zucca grattugiata, unite il cioccolato fondente e le noci sminuzzati, lo zucchero semolato e fate macerare per almeno 30 minuti. Riprendete la pasta frolla, stendetela in forma rettangolare, dello spessore di 5 mm., su una spianatoia spolverizzata di farina, mettetela su un foglio di carta forno, bucatela con un buca sfoglia e distribuite il ripieno preparato precedentemente su tutta la superficie, fermandovi a tre centimetri dai margini, quindi, aiutandovi con la carta forno, arrotolate la sfoglia delicatamente per evitare che si rompa, stringendola per farla bene aderire, girate lo strudel sotto sopra e chiudete anche le estremità per non fare fuoriuscire il ripieno. Praticate sulla superficie tutta una serie di buchi, per fare furiuscire il vapore in cottura (io ho usato l’attrezzo per il buccellato, ma potete anche usare una forchetta), quindi cuocete a forno ventilato preriscaldato a 160° per circa 30 minuti, fino a che la crostata risulti dorata e le mele cotte all’interno. Togliete dal forno, fate raffreddare completamente e poi spolverizzate con zucchero a velo. Tagliatelo a fette e servitelo.

collage 1

Consigli

Per essere gustata a pieno, affinchè sia esaltata al massimo la sua consistenza morbida e non friabile come le tradizionali crostate, preparatela il giorno prima di essere consumata e spolverizzatela con lo zucchero a velo solo al momento di mangiarla.

 foto 2013-10-20 16-11-11B 1

 

 

 

 

Commenti