alice lifestyle leonardo marcopolo
IMG_0029a

Pasticcio di lasagne bicolore

Una golosa stratificazione di sfoglie di pasta fresca o secca, intervallata da un ragù alla bolognese con carne tritata, alternata alla setosa salsa besciamella. Viene cotto e gratinato in forno, sformato e poi servito. La versione tradizionale prevede l’utilizzazione della pasta solo gialla, ma in quella che vi propongo oggi, abbiamo una lasagna bicolore, la classica lasagna gialla accostata a quella verde agli spinaci.
IMG_0028b
Ingredienti: per 6 persone
 
per la pasta gialla

500 g. di semola di grano duro

5 uova medie

1/2 cucchiaio di olio di semi

per la pasta verde

500 g. di semola di grano duro

3 uova medie

300 g. di spinaci in foglia

1/2 cucchiaio di olio di semi

per il sugo tipo bolognese

1 kg. di tritato di manzo
1 cipolla
2 carote
2 gambi di sedano
2 foglie di alloro frasco
5 chiodi di garofano
semi di finocchio
q.b. di noce moscata grattugiata
1 bicchiere di vino bianco
1/2 bicchiere di latte
1 lt. di passata di pomodoro
q.b. di sale
q.b. di pepe
per la besciamella
1,5 lt. di latte
100 g. di farina
100 gr. di burro
sale
pepe
noce moscata in polvere
per gratinare
abbondante parmigiano grattugiato o grana
Preparazione
Per la pasta bianca mettete nella planetaria tutti gli ingredienti ed impastate fino ad ottenere un composto compatto ed elastico, avvolgetelo nella pellicola alimentare e fatelo riposare per 1 ora.
Per la pasta verde lavate gli spinaci e fateli scottare leggermente passandoli velocemente in una padella antiaderente ben calda, per evitare la bollitura, durante la quale perderebbero nell’acqua di cottura tutte le loro sostanze primarie e importanti; sminuzzateli con un mixer ad immersione fino ad ottenere una sorta di crema. Metteteli in planetaria insieme alla farina, all’olio e avviate la macchina, aggiungete le uova uno per volta, e valutate la consistenza del composto (considerate che gli spinaci contengono già acqua, quindi risulterà più morbido del precedente), se necessario aggiungete un altro uovo, quindi avvolgete anche questo nella pellicola per alimenti e fatelo riposare. Trascorso il tempo stendete entrambi i tipi di pasta dello spessore di 2-3 mm. e tagliatela in rettangoli di 10×20 cm.circa; spolverizzatela con la farina quindi fatela asciugare a temperatura ambiente coperta con un canovaccio per almeno mezza giornata.
Per il sugo alla bolognese fate un battuto di carota, cipolla e sedano; fatelo soffriggere in un tegame con l’olio, per un paio di minuti unite due cucchiai di acqua e fate cuocere per 5 minuti quindi aggiungete la carne tritata e fatela rosolare leggermente; bagnate col vino bianco e fate sfumare, quindi unite l’alloro spezzato a metà con le mani, il sale, il pepe, la noce moscata, i semi di finocchio e i chiodi di garofano schiacciati. Fate andare per qualche minuto e poi unite la passata di pomodoro, diluite col latte e fate cuocere a fuoco lento, per mezz’ora circa.
Per la besciamella in una pentola capiente fate fondere il burro, aggiungete il sale, il pepe, la noce moscata e la farina setacciata; a parte, scaldate il latte, aggiungetelo al composto di burro e farina, poco per volta e fuori dal fuoco, mescolando per evitare la formazione di grumi, quindi, dopo avere incorporato tutto il latte, rimettete sul fuoco mescolando velocemente e fate cuocere il tutto fino ad ottenere una salsa densa; togliete dal fuoco e tenete da parte.
Assemblaggio della lasagna: innanzi tutto date una sbollentata veloce alla pasta e mettetela ad asciugare su un canovaccio; per l’assemblaggio procedete a strati, iniziando dal sugo, alla base della teglia, poi uno strato di pasta gialla, uno di besciamella, un’altro ancora di pasta, ma questa volta verde, uno di sugo e procedete in questo modo fino all’ultimo strato di pasta. Chiudete con uno strato di pasta, coprite con la besciamella, spolverizzate con abbondante parmigiano grattugiato e cuocete a 200° a forno statico per 15 minuti, poi passate alla funzione ventilata per altri 10 minuti, quindi fate gratinare per 5 minuti, fino ad ottenere una crosta leggermente croccante. Sfornate e servite.
collage1
collage2
IMG_0024c
Consigli
Voglio suggerirvi un’alternativa alla tradizionale lasagna (della quale qui trovate la ricetta), un pasticcio di lasagne bianco, realizzato alternando agli strati di pasta la besciamella e un pesto alla genovese. Prima di essere servita, la lasagna va fatta intiepidire, per avere una porzione ben precisa e definita nel piatto di servizio e anche per meglio gustarne tutto il suo sapore.
IMG_0021d

Commenti