alice lifestyle leonardo marcopolo
foto 2014-02-01 15-17-50a

Chiacchiere al cacao

Altro appuntamento con i dolci di carnevale e tra questi, non potevano di certo mancare le chiacchiere, senz’altro le più diffuse in Italia tra i dolci di questo periodo perchè semplici da realizzare anche in casa ma anche buonissime. Assumono varie denominazioni a seconda della città a cui si fa riferimento: frappe, cenci, crostoli, intrigoni, bugie, galani e chiacchiere appunto (la ricetta la trovate all’interno del blog). Oggi vi voglio proporre una versione diversa di queste ultime, un mio esperimento che, devo dire, ha riscontrato un buon successo in famiglia, i miei giudici più severi. Provatele e poi fatemi conoscere anche il vostro giudizio.

foto 2014-02-01 15-17-06b

Ingredienti:

per l’impasto

450 g. di farina 00 per dolci

1 uovo

80 g. di zucchero semolato

2 cucchiai di cacao amaro

90 g. di strutto

1 pizzico di sale

1 bicchiere di marsala

1/2 di bicchiere di aceto bianco

per friggere

olio di semi di arachidi

inoltre

una rotella dentellata

 

Procedimento

Nel cestello della planetaria, (volendo si può anche impastare a mano) inserite la farina e il cacao setacciati insieme, lo zucchero, lo strutto, l’uovo, il sale, una parte dell’aceto e del Marsala miscelati insieme e avviate la macchina; aggiungete pian piano il resto dei liquidi e impastate velocemente fino a che non si formi una massa unica. Togliete il composto dalla macchina, avvolgetelo nella pellicola alimentare e fatelo riposare per almeno un paio d’ore in frigorifero. Trascorso il tempo stendete l’impasto a circa 2 mm. di spessore (io ho usato la macchina per stendere la pasta in modo da ottenere delle strisce regolari tutte uguali), quindi con una rotella dentellata ricavate tanti piccoli rettangoli e sulla superficie di ciascuna praticare due tagli al centro a distanza regolare per evitare che gonfino in cottura. Friggete in abbondante olio di semi, a fiamma media e solo per qualche secondo, per evitare di bruciarle, fatele sgocciolare su carta assorbente, quindi sistematele su un vassoio di servizio e spolverizzatele con abbondante zucchero a velo vanigliato.

collage1

collage2

Consigli

Con lo stesso impasto potete anche preparare dei ravioli dolci farciti con Nutella, cioccolato o marmellata (io ho usato quella mia d’arancia, la ricetta la trovate all’interno dello stesso blog); in questo caso però lo spessore delle strisce deve essere maggiore, 4 mm., altrimenti si bucano e fanno fuoriuscire il ripieno. Potete preparare le chiacchiere con largo anticipo avendo però l’accortezza di farle sgocciolare per bene per eliminare l’olio in eccesso che possono avere assorbito durante la cottura; una volta fatte raffreddare completamente, spolverizzatele di zucchero a velo vanigliato e conservatele in un barattolo ermetico o sistematele su un vassoio per evitare che si sbriciolino, visto che sono molto friabili e poi chiudetele in una busta ben sigillata, altrimenti con l’umidità dell’aria perdono la loro fragranza.

foto 2014-02-01 15-17-59c

Recipe in English

Another event with carnival sweets and between them, they could certainly miss the talk, certainly the most popular in Italy among the desserts this time because even simple to make at home, but also very good. Take on different names depending on the city to which you refer: frappe, cenci, crostoli, intrigoni, bugie, galani and chiacchiere exactly (find the recipe on the blog). Today I want to propose a different version of the latter, one of my experiment, I must say, has found great success in the family, my judges more severe. Try them and let me know also your judgment.

Ingredients:

for the dough

450g. 00 flour for cakes

1 egg

80 g . granulated sugar

2 tablespoons unsweetened cocoa

90 g . lard

1 pinch of salt

1 glass of marsala

1/2 cup of white vinegar

for frying

Peanut oil

also

a toothed wheel

Proceedings

In the basket of the planetary (if you want you can also knead by hand) enter the sifted flour and cocoa together, sugar, lard, egg, salt, one part vinegar and Marsala mixed together and start the machine, add slowly the rest of the liquid and knead quickly until it forms a single mass. Remove the mixture from the machine, wrap in plastic wrap and let rest for at least a couple of hours in the refrigerator. After the time roll out the dough to about 2 mm. thick (I used the machine to roll out the dough so that you get the regular strips all the same), so with a toothed wheel and formed many small rectangles on the surface of each drill two cuts at the center at regular intervals to avoid swell in cooking. Fry in abundant seed oil, over medium heat, and only for a few seconds, to avoid burning them, let them drain on paper towels, then arrange on a serving tray and sprinkle with plenty of icing sugar.

Advice

You can prepare the talk well in advance but having the foresight to make them drain thoroughly to remove excess oil that may have absorbed during cooking and once made ​​completely cool, sprinkle with icing sugar and store in an airtight jar or arrange them on a tray to prevent crumble, since they are very friable and then close them in a well- sealed envelope, otherwise with the air humidity lose their fragrance.

Commenti