alice lifestyle leonardo marcopolo
IMG_7190 a

Crocchè di patate e mortadella

Questa di oggi è una ricetta molto sfiziosa e semplice da preparare, che fa parte di ciò che a Palermo viene definito street food, cibo di strada; non ha una collocazione ben definita, viene mangiato a qualsiasi ora del giorno, di solito in mezzo al pane, oppure nel tradizionale “cuppitieddu”, il sacchetto ricavato da carta paglia arrotolata su se stessa a formare un cono. Stiamo parlando delle crocchè o più comunemente dette “cazzilli” in dialetto palermitano. Sono le classiche crocchette ricavate da un impasto a base di patate bollite schiacciate, condite semplicemente con sale, pepe, uovo e prezzemolo fresco tritato, impastate, fatte a forma cilindrica leggermente a punta nelle estremità e fritte in abbondante olio bollente, che gli conferisce quella crosticina croccante e saporita. Io ve le propongo in una versione arricchita da grana e pecorino grattugiati, noce moscata e mortadella.

IMG_7185c

Ingredienti:

2,5 kg. di patate a pasta gialla bollite

sale

pepe

noce moscata

1 uovo

50 g. di grana

50 g. di pecorino

6 fette di mortadella

Procedimento

Pelate e schiacciate le patate, aggiungete il sale, il pepe, la noce moscata, il grana e il pecorino grattugiati, l’uovo e impastate bene il tutto fino ad ottenere un composto liscio e bene amalgamato; tagliate le fette di mortadella a striscioline e poi a pezzetti, quindi unite questi ultimi al composto e mischiate il tutto in modo omogeneo (se preferite, invece delle fette di mortadella, potete optare per una fetta unica doppia tagliata a cubetti). A questo punto, bagnatevi leggermente le mani con acqua, per facilitare l’operazione che segue, quindi dividete il composto ottenuto in tante palline tutte uguali di circa 4 cm. di diametro, e con ciascuna di esse formate un cilindro affusolato e leggermente assottigliato alle estremità. Friggetele in abbondante olio, molto caldo, per fare si che si crei subito la crosticina croccante e dorata caratteristica; una buona crocchè deve risultare croccante e asciutta fuori ma morbidissima dentro. Fate sgocciolare l’olio in eccesso e servitele ben calde su un piatto con sotto della carta assorbente o paglia.

collage1

collage2

IMG_7181e

Consigli

La corretta scelta della qualità della patata è fondamentale per la riuscita di questa ricetta, deve essere assolutamente una patata asciutta e ricca di amido, altrimenti rischiate che le crocchè si disgreghino in cottura. Per la farcitura potete anche sostituire la mortadella con del salame a cubetti tipo napoli o milano e potete anche aggiungere dei pezzetti di provola affumicata che filerà dopo la frittura. Vi consiglio anche di provare la versione semplice tradizionale, le vere crocchè di patate palermitane, che ho descritto nell’introduzione di questo articolo, sono veramente buone.

IMG_7195d

IMG_7183f

Recipe in English

This recipe today is a very tasty and easy to prepare, which is part of what is defined in Palermo street food, street food, has a well defined place, is eaten at any time of day, usually in the middle of the bread, or in the traditional ” cuppitieddu ” bag made from rice paper rolled up on itself to form a cone. We’re talking about the croquettes or more commonly known as ” cazzilli ” in the dialect of Palermo. Are the classic croquettes made from a paste of mashed boiled potatoes, seasoned simply with salt, pepper, egg and chopped fresh parsley, mixed, made in a cylindrical shape slightly pointed at the ends and fried in hot oil, which gives the crispy crust and tasty. I will propose you a version enriched with parmesan and pecorino cheese, nutmeg and mortadella.

Ingredients:

2.5 kg. of boiled yellow potatoes

salt

pepper

nutmeg

1 egg

50 g . of grain

50 g . pecorino

6 slices of mortadella

Proceedings

Peel and mash the potatoes, add salt, pepper, nutmeg,  parmesan and pecorino cheese, egg and mix well together until the mixture is smooth and well blended, cut the slices into strips and mortadella then into small pieces, then add them to the mixture and mix everything evenly (if you prefer, instead of slices of mortadella, you can opt for a unique double slice cut into cubes). At this point, bathe hands lightly with water, to facilitate the operation that follows, and then divide the mixture obtained in many balls all equal to about 4 cm. diameter, and with each of them formed a cylinder tapered and slightly tapered at the ends. Fry in hot oil, very hot, to make sure that you immediately create the crust crisp and golden feature, a good croquettes should be dry and crispy outside and soft inside. Let drain excess oil and serve hot on a plate with a paper towel or under straw.

Advice

The correct choice of potato quality is critical to the success of this recipe, it must be absolutely dry and full of potato starch, otherwise you risk that the croquettes will disintegrate during cooking. For the filling, you can also replace the sausage with diced salami type or milan napoli and you can also add pieces of smoked cheese that spin after frying. I suggest you also try the simple version of the traditional, true potato croquettes Palermo, which I described at the beginning of this article, they are really good.

Commenti