alice lifestyle leonardo marcopolo
Pizza fritta con ricotta e guanciale 3

Pizza fritta con ricotta e guanciale

La “Pizza fritta” fa parte del “cibo da strada” della tradizione partenopea. Se girate per il centro storico di Napoli, trovate tante pizzerie che la espongono negli appositi banchi da vendita, a vista, o addirittura ve  la friggono al momento. Esiste la versione senza ripieno e quella farcita della quale tratteremo oggi.

Pizza fritta con ricotta e guanciale 1

Ingredienti: per 12 pizze circa

per l’impasto

1 kg. di farina 0 per pizza

250 g. di lievito madre oppure 15 g. di lievito di birra

700 g. di acqua

8 g. di sale

per il ripieno

700 g. di ricotta di pecora

200 g. di guanciale a cubetti 

sale

pepe

inoltre

olio di semi di girasole per friggere (se preferite potete sostituirlo con olio extravergine di oliva)

Procedimento

Nel cestello della planetaria mettete la farina setacciata, avviate la macchina e cominciate ad aggiungere l’acqua, poco per volta, facendola assorbire del tutto; unite il lievito madre a pezzi, fate incorporare bene e poi controllate la consistenza, deve risultare morbida ma ben legata (se utilizzerete il lievito di birra, basterà sbriciolarlo direttamente all’interno della farina e poi aggiungere l’acqua). Fate impastare a lungo fino ad avere un composto liscio ed elastico, per ultimo aggiungete il sale poco per volta e fatelo amalgamare bene col resto; togliete l’impasto così ottenuto dalla macchina, dategli qualche piega per dare più forza al lievito, mettetelo in una ciotola di vetro, coprite con pellicola alimentare per evitare che si secchi, e mettete a lievitare fino a che non avrà raddoppiato il suo volume (se dovesse avere difficoltà a crescere, mettetelo a lievitare nel forno spento e chiuso con un pentolino di acqua bollente vicino ma non a contatto, che gli darà il calore necessario). Nel frattempo lavorate la ricotta col sale e il pepe aiutandovi con una forchetta fino a  quando sarà diventata più cremosa, quindi unite i cubetti di guanciale e amalgamate il tutto. Tenete da parte. Riprendete l’impasto, dividetelo in dodici parti e da ciascuna ricavatene una pallina; rimettete a lievitare fino al raddoppio quindi stendetele ricavandone altrettante pizze. Farcite metà delle pizze con la ricotta lavorata precedentemente, ricoprite con le pizze rimanenti, chiudete bene i bordi e friggete in abbondante olio ben caldo. Fatele sgocciolare e servitele ben calde.

collage 1

collage 2

collage 3

collage 4

Consigli

La frittura, per essere croccante, deve essere fatta al momento di consumarla, ma se gradite delle pizzette leggermente soffici, friggetele prima tutte e poi gustatevele, risulteranno, più morbide ma altrettanto saporite.

 

Pizza fritta con ricotta e guanciale 2

 

 

Commenti