alice lifestyle leonardo marcopolo
foto 2014-05-11 11-48-38a

Torta Génoise

La torta Génoise, o torta genovese, è una di quelle ricette che fa parte di quelle tradizionali di una volta. Ormai sapete che mi piace riscoprire i vecchi sapori di quando ero bambina, e personalizzare le mie ricette con qualche aggiunta. Questo è uno dei sapori al quale sono particolarmente affezionata perché la prima parte della lavorazione mi ricorda lo zabaione che mi preparava la mia mamma per darmi forza ed energia: uova e zucchero, montati insieme a bagno maria. Allora avrebbero detto che questo procedimento veniva utilizzato per renderli stabili, ma oggi, io aggiungerei, anche per pastorizzarli e renderli più sicuri; sì, perché in un certo senso, il fatto di montarli sul fuoco non solo consente di riscaldare le uova facendole crescere maggiormente di volume ma, contemporaneamente, mano a mano che si montano, gli si dà una sorta di cottura, a bagno maria appunto. Adesso, dopo la lunga e magari noiosa premessa, andiamo a vedere come si prepara questo dolce meraviglioso e semplice.

Procedimento

Mette sul fornello a fuoco medio due pentole, una dentro l’altra, e inserite l’acqua in quella sottostante; con questo sistema a bagno maria, montate le uova con lo zucchero, fino ad ottenere un composto voluminoso, spumoso e stabile, di colore quasi biancastro (potete utilizzare anche delle fruste elettriche per semplificare questa operazione).
Togliete dal fuoco e aggiungete la farina setacciata, poco per volta, mescolando, con una spatola in silicone, dal basso verso l’alto. A parte e contemporaneamente, fate fondere il burro, sciogliete al suo interno la Nutella, quindi, quando è ancora ben caldo, versatelo a filo nella pentola con le uova montate, sempre miscelando per evitare la formazione di grumi, incorporandolo del tutto al composto. Versatelo nello stampo in silicone e cuocetelo a forno preriscaldato statico a 180° per 20 minuti, quindi regolate a forno ventilato e cuocete ancora per 10 – 15 minuti (ricordo che le temperature e i tempi di cottura sono sempre relativi al forno utilizzato, quindi vi consiglio di controllare inserendo uno stecchino lungo in legno, assicurandosi che esca asciutto).Sfornate, fate raffreddare totalmente, poi sformatelo dallo stampo e tagliatelo a metà longitudinalmente e poi in parti uguali orizzontalmente (se avrete usato uno stampo già quadrato, basterà tagliarlo in porti uguali in entrambi i versi)
Decorate con un ciuffo di panna montata, un cucchiaino di Nutella e guarnite con una fragola lavata e ben asciugata; infine, una spolverizzata di zucchero a velo.

Consigli

Potete preparare questo dolce nella versione classica, cioè senza aggiunta di Nutella; in questo caso vi consiglio di aumentare leggermente la dose di farina, portatela in totale a 150 g.
Questo è un dolce che si può preparare con largo anticipo data la sua consistenza morbida e la presenza del burro che lo conservano più umido (sempre che riusciate a resistere alla tentazione di divorarlo tutto, come è successo a noi qui in casa mia).
Potete tagliarlo anche a fette e accostare dei ciuffi di panna e delle amarene sciroppate, condendo il tutto con un poco di sciroppo.
Potete anche decorarlo con frutta diversa, a vostro piacimento, oppure in alternativa, consumarlo senza alcuna aggiunta, più semplicemente spolverizzato di zucchero a velo, rendendolo in tal modo più adeguato alla merenda, o ancora, potete aggiungere della frutta candita o della frutta secca sia all’interno che come decorazione; insomma, le alternative sono tante, potete spaziare.
Ciò che è certo e ancora più importante, è buonissimo!!!

foto 2014-05-10 16-17-29a

Commenti