alice lifestyle leonardo marcopolo
WP_20150705_015-framed

Timballo di ziti tricolore

Esiste la pasta dell’infanzia ? Per me si e per esattezza ne ho due .

Le “orecchiette”, date le mie origini pugliesi, e gli “ziti” .

Mi ricordo che a casa dei nonni gli “ziti” venivano cucinati alla domenica, con ragu’di carne mista,  fatto cuocere lentamente per ore.

Era il nonno che spezzava gli ziti, con una precisione …………sembrava che prendesse le misure.

Gli “ziti” sono un tipo di pasta che si usa molto nel Sud d ‘Italia, soprattutto in Puglia e Campania.

La parola “ziti” in Puglia significa “fidanzati” , ed e’ per questo che alla pasta e’ stato dato

questo nome perche’ si usava cucinarla nei matrimoni, di solito come timballo.

Ed e’ proprio un “timballo di ziti tricolore” la ricetta che vi presento oggi.

L’ho chiamata tricolore per i colori bianco del formaggio (Pecorino Sardo Dop Maturo),

 il rosso e il verde dei peperoni, e poi perche’ in questa ricetta c’e’ tutta l’ Italia:i peperoni del Piemonte, la pasta del Sud e il formaggio della Sardegna.

Ingredienti per 4 persone:

– 4 peperoni grossi tipo ovale ( 2 rossi e 2 verdi)

– 300 g. di ziti

– 200 g. di Pecorino Sardo Dop Maturo

– 100 g. di prezzemolo fresco

– 1 cucchiaino raso di peperoncino piccante secco

– 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Procedimento:

Fare arrostire i peperoni al forno a 180° per un 20/30 minuti.

Farli raffreddare , spellarli ed eliminare i  semini. Tagliarli a strisce piuttosto large 4/5 cm.

Mettere a cuocere gli ziti interi in abbondante acqua salata.

Lavare il prezzemolo e asciugarlo tenendo solo le foglie.

Fare a pezzetti 150 g. di Pecorino Sardo .

Mettere nel mixer il prezzemolo, il pecorino e il peperoncino piccante (solo se volete) con una tazzina d’acqua e il cucchiaio d’olio , fino a formare una

salsina di una consistenza ne’ troppo liquida neanche troppo densa.

Scolare gli ziti a mezza cottura , passarli sotto l’acqua fredda per farli raffreddare.

Prendere uno stampo da plum cake  e foderarlo con carta da forno,  cominciare a disporre le fette di peperone sui lati, lasciando una parte

fuori che servira’ a coprire il tutto successivamente.

Ora bisogna  cominciare a fare gli strati.

Per primo uno strato di salsa di pecorino e prezzemolo , poi disporre gli ziti interi, un altro strato di salsa e coprire con i filetti

di peperone verde e alcune scaglie di pecorino ( adoperare i 50 g. di pecorino conservati).

 

 Ripetere l’operazione fino ad arrivare all’orlo dello stampo alternando il colore del peperone.

Dovrebbero venire 2 al massimo 3 strati .

Prima di richiudere lo stampo aggiungere del pecorino e ricoprire con le parti del peperone lasciate aperte .

Passare sulla superficie un filo d’olio extravergine di oliva e mettere a cuocere a forno riscaldato 170° per almeno 20 minuti.

Lasciare raffreddare un pochino e decorare con l’eventuale salsina avanzata e foglie di prezzemolo.

Ed ecco il timballo pronto.

Consiglio di mangiarlo tiepido o anche freddo data la stagione.

Spero che il mio timballo vi sia piaciuto e vi aspetto alla prossima ricetta.

Commenti