alice lifestyle leonardo marcopolo
crescia6

CRESCIA DI PASQUA

crescia

Per chi non la conoscesse, tra le tante ricette pasquali della tradizione italiana c’è anche la crescia. Preparazione tipica marchigiana, viene proposta solitamente nel periodo pasquale. Altro non è che una torta salata lievitata di origine povera, ricca però di formaggi (parmigiano e pecorino in primis) e di uova. Apparentemente somiglia ad un panettone, ma solo nella forma: la consistenza infatti risulta molto più spugnosa rispetto al primo.

ingredienti:

– 100 gr di farina debole 00

– 200 gr di farina manitoba

– 150 gr di pecorino grattugiato

– 120 gr di parmigiano grattugiato

– 20 gr di lievito di birra

– 100 gr di acqua

– 5 gr di miele

– 5 uova + 1 uovo che servirà per spennellare

– 50 gr di olio extravergine

– 5 gr di sale

– 2 gr di pepe macinato

– 50 gr di strutto

– 100 gr di emmental a bastoncini

 

Sciogliete il lievito in acqua tiepida insieme al miele e aspettate che faccia la schiumetta in superficie. Versate la farina nella planetaria oppure a fontana su un piano di legno e versate l’acqua con il lievito.

Impastate poi aggiungete 5 uova,il pecorino grattugiato, il parmigiano grattugiato, l’olio, lo strutto, il pepe e infine il sale sempre continuando a impastare. Il composto dovrà risultare non troppo appiccicoso per cui all’occorrenza aggiungete altra farina debole.

Quando il composto sarà pronto versatelo in uno stampo da panettone da 750 gr e infilate nell’impasto i bastoncini di emmental in senso verticale(ved. foto)

crescia2  crescia3

Coprite con pellicola e lasciate lievitare in forno con luce accesa fino a che l’impasto raggiungerà il bordo dello stampo

 

Accendete il forno a 160 gradi ventilato; spennellate delicatamente sempre premere e danneggiare la lievitazione la superficie della crescia con l’uovo battuto con una forchetta

crescia7

Infornate e lasciate circa 30/40 minuti, fate sempre la prova stecchino all’interno.

Spegnete il forno aprite a metà lo sportello e lasciate ancora 10 minuti.

Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella.

 

 

 

Commenti