alice lifestyle leonardo marcopolo
tarallucci1

CILLARICHIJENE O CELLI RIPIENI CON MARMELLATA D’UVA E NOCI

tarallucci1

I dolci abruzzesi sono legati alle tradizioni contadine, la maggior parte dei dolci tipici contiene come ingrediente principale le mandorle, il miele, il mosto cotto e il cioccolato. Il prodotto irrinunciabile rimane sempre e comunque la marmellata d’uva, in dialetto “la scrucchiata”, ingrediente indispensabile nella preparazione dei “cillarichijene” se vi rimane difficile pronunciarli in dialetto chiamateli pure tarallucci al vino, fuori croccanti e friabile dentro una gustosa marmellata…

INGREDIENTI

  • 480 g di FARINA 00
  • 140 dl di VINO BIANCO SECCO
  • 140 dl di OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA
  • 1 cucchiaio di ZUCCHERO
  • 1 pizzico di SALE
  • 300 g di MARMELLATA D’UVA CON NOCI
  • 2 CUCCHIAINI DI CANNELLA IN POLVERE
  • 80 g di CIOCCOLATO FONDENTE
  • 1 cucchiaio di CACAO AMARO
  • 5 BISCOTTI SECCHI(tipo da colazione)
  • 1 BICCHIERINO DI MOSTO COTTO DA UVE MONTEPULCIANO

STORIA

I dolci abruzzesi sono legati alle tradizioni contadine, la maggior parte dei dolci tipici contiene come ingrediente principale le mandorle, il miele, il mosto cotto e il cioccolato. Il prodotto irrinunciabile rimane sempre e comunque la marmellata d’uva, in dialetto “la scrucchiata”, ingrediente indispensabile nella preparazione dei “cillarichijene” se vi rimane difficile pronunciarli in dialetto chiamateli pure tarallucci al vino, fuori croccanti e friabile dentro una gustosa marmellata…

PROCEDIMENTO

Sulla spianatoia mettete la farina a fontana e al centro l’olio, lo zucchero, il pizzico di sale ed il vino. Iniziate a mescolare con la forchetta e quando gli ingredienti saranno incorporati impastate a mano.

tarallucci5

Impastate bene per almeno 20 minuti fino ad ottenere una palla omogenea, avvolgetela con la pellicola e mettete in frigo per circa 40 minuti

Intanto, in un pentolino, mettete la marmellata accendete la fiamma a fuoco dolce e aggiungete il cioccolato fondente fuso a bagnomaria, il cacao amaro, la cannella in polvere e il mosto cotto. Lasciate cuocere fino a che si sarà rappresa e risulterà densa(vedrete delle bolle grandi formarsi).

tarallucci8

Spegnete la fiamma aggiungete i biscotti tritati, mescolate bene e lasciate raffreddare.

tarallucci6

Riprendete l’impasto, prelevate un pezzo alla volta perchè si secca facilmente, l’impasto che rimane lasciatelo sempre avvolto nella pellicola. Stendete l’impasto molto sottile, circa 2-3 mm, poi con un coppapasta di 9 cm di diametro ricavate dei dischi.

tarallucci7

Su ogni disco mettete mezzo cucchiaino di marmellata già raffreddata e chiudete a mezzaluna facendo pressione lungo tutto il bordo per evitare che si aprano e la marmellata possa fuoriuscire durante la cottura. Preriscaldate, a questo punto, il forno statico a 180 gradi

Unite le punte a formare il taralluccio pressandole bene in modo che si saldino tra loro. Sistemate in una teglia antiaderente o di alluminio i tarallucci lasciando un pò di spazio tra l’uno e l’altro.

tarallucci2

Infornate a 180 gradi per circa 15 minuti fino a che saranno leggermente dorati. Dopo averli sfornati potete sia lasciarli così oppure inumidite la superficie di ogni taralluccio e passateli nello zucchero.

Servite accompagnato con un bicchiere di vino rosso…

Commenti