alice lifestyle leonardo marcopolo
Tiramisù

Il Tiramisù

Le leggende che aleggiano intorno a questo delizioso dolce sono molte ma probabilmente una delle più certe è che sia nato a Treviso dopo l’ultima guerra. L’autore pare sia un cuoco che lavorava nel ristorante “Alle beccherie” a Treviso. Il cuoco pasticciere, durante la sua permanenza in Germania, aveva visto un dolce che lo aveva colpito particolarmente e che tentò di riprodurre con gli ingredienti in quel momento a sua disposizione. Il dolce che preparò era molto diverso dall’originale e per la sua alta carica energetica, fu chiamato Tiramisù.

Come dicevo ci sono varie leggende e un’altra forse un po’ più divertente è una leggenda ambientata nell’800 secondo la quale un oste, proprietario di una locanda fuori le mura della città di Treviso, aveva una bella scorta di panettoni, portati da Milano ma poco graditi ai suoi abituali clienti, persino alle signore che si fermavano nel locale per una dolce pausa. Un giorno l’oste decise di tagliare a fette il panettone, intingerlo nel caffè, farcirlo con una sorta di crema fatta con zabaglione e mascarpone e ricoprirlo con cacao amaro. Una notte, tornando da uno spettacolo teatrale, passò di lì un signorotto di Castelfranco Veneto. Persona assai stravagante (tempo prima, si era presentato alla scala di Milano con un cuore di radicchio all’occhiello, al posto di un garofano), amava trascorrere molto tempo in compagnia delle signore che si fermavano nell’osteria. Quando assaggiò il “nuovo dolce” si sentì talmente rinvigorito da trascorrere l’intera notte in osteria! Il benestare del signorotto al “dolce che tirava su” decretò il successo della ricetta!

Adesso io non so quale sia la vera origine di questo dolce ma posso solo dire che sicuramente è uno dei dolci più amati da sempre e che troviamo in quasi tutti i ristoranti e che almeno una volta abbiamo fatto tutti.

Io oggi vi presento la mia ricetta tratta dal libro del mio pasticcere preferito Montersino.

Io vi riporto le dosi indicate nel libro ma io ho dimezzato le dosi per avere un tiramisù più piccolo .

Savoiardi

Ingredienti:

–      350 g uova intere

–      240 g di zucchero

–      10 g miele

–      300 g di farina 00

–      50 g fecola di patate

–      8 g lievito per dolci

–      Zucchero a velo

Preparazione

Ing. savoiardi

In una casseruola porre le uova, lo zucchero e il miele e portarli alla temperatura di 45°C. Raggiunta la temperatura trasferire il liquido nella planetaria e montare fino ad ottenere una massa spumosa e ben compatta.Setacciare la farina con la fecola e il lievito e unirla al composto con una spatola dal basso verso l’alto per evitare di smontare le uova.

Uova,zucchero,miele sul fuoco Uova montate x savoiardi Agg. farina a uova x savoiardi

Versare il composto in una sac-à-poche con bocchetta liscia e modellare dei bastoncini su una placca da forno rivestita con carta forno, spolverizzare con lo zucchero a velo e cuocere in forno statico a 220°C con la valvola leggermente aperta per circa 7 minuti.

Sfornate e lasciate raffreddare.

 

Base tiramisù pastorizzata

Ingredienti

–      175 g di tuorli

–      340 g di zucchero

–      100 g acqua

–      Baccello di vaniglia

 

Preparazione

Porre in un pentolino acqua e zucchero e portare alla temperatura di 121°C mescolando bene.

Nel frattempo semimontate i tuorli con i semi della vaniglia.

Una volta giunto a temperatura lo sciroppo di acqua e zucchero incorporate i tuorli r montate fino a quando non si sarà raffreddato.

 

Crema Tiramisù

Ingredienti

–      450 g base tiramisù pastorizzata

–      500 g mascarpone

–      500 g panna

 

Procedimento

Unite il mascarpone alla base tiramisù, mescolate bene ed infine incorporate la panna leggermente montata.

 

Ingredienti per la bagna

–      700 g di caffè espresso

–      150 g di zucchero

 

Composizione Tiramisù

In una pirofila, o in coppe monoporzione, fate degli strati alternando i savoiardi inzuppati abbondantemente nella bagna al caffè e la crema tiramisù. Componete almeno 2 strati di savoiardi e terminate con la crema, riponete in frigorifero a riposare per almeno 2 ore e spolverizzate con il cacao amaro solo prima di servire.

Tiramisu fetta

 

 

 

 

 

Commenti