alice lifestyle leonardo marcopolo
Pancarrè bis-001

Pan bauletto

Chiamatelo pancarré, pan bauletto, pane bianco in cassetta. Quel che è certo è che lo conosciamo tutti e solitamente lo acquistiamo nei supermercati. Quello che però forse non tutti sanno è che per assicurarne la lunga conservazione le aziende produttrici introducono l’alcool fra gli ingredienti. L’odore dell’alcool si avverte appena viene aperta la confezione e spesso ne rimane il retrogusto anche sui nostri palati. Eppure un buon pancarré fatto in casa con ingredienti semplici e naturali è davvero semplice da realizzare. Vediamo come…

Ingredienti
  • 300 g di farina tipo 0
  • 90 g di lievito madre oppure 6 g di lievito di birra fresco
  • 75 g di latte
  • 75 g circa di acqua
  • 20 g di olio extravergine
  • un cucchiaino di miele di acacia
  • un cucchiaino di sale
Sciogliere il lievito nel latte (che deve essere a temperatura ambiente), aggiungere la farina e incorporare l’acqua (anch’essa a temperatura ambiente) un po’ alla volta; aggiungere il miele.
Unire anche il sale (aggiungendo ancora acqua se l’impasto lo richiede) e per ultimo l’olio. Trasferire su un piano e lavorare fino ad ottenere una pasta liscia.

Pancarrè -B-002

Porre nella ciotola infarinata e lasciar lievitare almeno fino al raddoppio del volume. Riprendere la pasta e stenderla delicatamente con le mani, senza appiattirla troppo, formando un rettangolo. Arrotolare dal lato più corto.
Poggiare il rotolo su un foglio di carta da forno e trasferirlo nello stampo rettangolare, lasciandolo lievitare ancora per un’ora, un’ora e mezza circa. Preriscaldare il forno a 200°C, quindi cuocere il pane per 20 minuti, poi abbassare la temperatura a 180°C e far cuocere per altri 20 minuti, coprendo con un foglio di alluminio se la superficie dovesse scurirsi troppo.
Far raffreddare bene prima di affettare.

Commenti